Marcel Breuer – Scritti di Architettura

scritti sull'architettura

Marcel Breuer - Scritti

Articolo di

Categoria

Per non dimenticare

Pubblicato il

04 Agosto 2019

“L’architettura moderna non è uno stile, ma un atteggiamento”

Con riferimento alla terrazza con forte aggetto della sua prima casa a New Canaan del 1948 :
“Esiste oggi una forma architettonica che può porsi come archetipo? Esiste un simbolo strutturale paragonabile alla colonna arcaica, all’arco gotico, alla cupola rinascimentale? È, forse, la soletta a sbalzo: leggera e leggermente resiliente al vento…”

“Fino a poco tempo fa, l’unico modo per costruire era sfruttare il peso morto di pietre o mattoni o tronchi di legno, impilati uno sopra l’altro; travi o archi che dipendevano dalla gravità, la loro forza, dal principio di compressione. Il grande cambiamento nelle costruzioni è stato il passaggio da semplici strutture di compressione a strutture di tensione continue e fluide. Questo cambiamento è così radicale che da solo giustificherebbe un concetto architettonico completamente nuovo. Il passato ha usato la gravità per sconfiggere la gravità; la piramide egizia è ampia alla base e si restringe fino al punto più alto. La “nuova struttura” nella sua forma più espressiva è vuota in basso e sostanziale in alto – proprio il rovescio della piramide. Rappresenta una nuova epoca nella storia dell’uomo, la realizzazione di una delle le sue più antiche ambizioni, la sconfitta della gravità……”

“Di conseguenza, ora possiamo avere strutture a sbalzo nell’aria – sia in orizzontale che in verticale, come nel caso del grattacielo. In entrambi i casi, la struttura apparentemente non supportata che si protende nell’aria è davvero legata al resto dell’edificio e al terreno. L’intero scheletro dell’edificio è una struttura continuamente integrata, e qualsiasi sollecitazione su una parte di essa trova la resistenza di tutte le altre parti della struttura. È il principio dell’albero: una struttura a sbalzo dal suolo, con rami e rami a loro volta sbalzati fuori dal tronco d’albero centrale … “

“Qualcuno ha detto che” l’architettura è musica congelata “. Questo è vero, anche se ho delle riserve sulla parola “congelato”. Che ne dici di aprire le porte, far scorrere le finestre o le pareti, entrare e uscire, spostare le sedie? Che ne dici delle tende, della luce che cambia, del colore e dell’atmosfera … non solo vedi o fotografi l’architettura, ci vivi, dovrebbe essere viva, non “congelata”.

“Qualcun altro ha detto che è una” macchina per vivere “. Ancora una volta vero, ma non vuoi ingrassare se ti appoggi al muro. Vuoi avere qualcosa di più semplice, più elementare, più generoso e più umano di una macchina. “

“Il vero impatto di qualsiasi lavoro è la misura in cui unifica nozioni contrastanti, opposti punti di vista. Il metodo semplice per affrontare i problemi contrastanti è il debole compromesso. La soluzione per i contrasti tra bianco e nero è il grigio – questa è la soluzione semplice. Sole e ombra non significano una giornata nuvolosa “.

Marcel Breuer

architetture di breuer in dwg

Breuer house I – 1939

Breuer house I – 1948

Breuer house II – 1951

Abele House

Caesar cottage

Chamberlain Cottage

Geller House I

Geller House II

Grieco House

House in MoMA Garden

Josephine M. Hagerty House

Sedia “Wassily” modello B3

Stillman House II

Stillman House III

Whitney Museum

Lauck House

Noyes House

Robinson house

Hooper House II

James Ford house

Wise Cottage

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.