I 25 principi dell’edilizia bioecologica

ANAB traduce in italiano i 25 principi del costruire sano

25 Principi edilizia bioecologica.

Articolo di

Categoria

Bioarchitettura

Pubblicato il

29 Giugno 2023

Per tutti gli interessati pubblichiamo i 25 principi dell’Edilizia Bioecogica di IBN (Institut für Baubiologie + Nachhaltigkeit IBN – Rosenheim), tradotti da ANAB in italiano dall’originale in tedesco, suddivisi in 5 macrotemi.

I 25 principi dell'Edilizia Bioecogica di IBN
© Institut für Baubiologie + Nachhaltigkeit IBN – Pittogrammi: © Christian Kaiser – Traduzione italiana a cura di ANAB

Qui potete scaricare il pdf con i 25 Principi dell’Edilizia Bioecologica di IBN tradotte da ANAB

La bioedilizia comprende criteri per un ambiente di vita salubre, naturale, sostenibile e di qualità estetica. Tratta di materiali edili e forme degli ambienti come anche di aspetti ecologici, economici e sociali. 

CLIMA INTERNO

  1. Ridurre sostanze irritanti e dannose e apportare un sufficiente ricambio di aria fresca.
  2. Evitare la formazione di lieviti, funghi e muffe, batteri, polveri e allergeni vari.
  3. Utilizzare materiali neutri, che non emettano sostanze tossiche  e/o maleodoranti.
  4. Minimizzare la presenza di campi elettromagnetici e di onde radio.
  5. Preferire sistemi di riscaldamento di tipo radiante.

MATERIALI EDILI E ARREDI

  1. Utilizzare materiali naturali, esenti da sostanze nocive e con minore radioattività possibile.
  2. Porre attenzione ad un rapporto equilibrato tra isolamento termico e accumulo di calore, alle temperature superficiali e dell’aria ambiente.
  3. Impiegare materiali igroscopici.
  4. Preoccuparsi di contenere il livello di umidità in ambiente, dovuta al processo costruttivo.
  5. Ottimizzare il clima e la protezione acustica passivi (inclusi gli infrasuoni).

FORMA DEGLI AMBIENTI E ARCHITETTURA

  1. Curare le proporzioni armoniche e le forme.
  2. Favorire le percezioni sensoriali quali la vista, l’udito, l’olfatto e il tatto.
  3. Prestare cura alle condizioni di luce e colori naturali e utilizzare mezzi illuminanti esenti da sfarfallio.
  4. Considerare debitamente i riscontri scientifici in materia di ergonomia e fisiologia.
  5. Incentivare la cultura del costruire e l’artigianato artistico locali.

AMBIENTE, ENERGIA E ACQUA

  1. Minimizzare il consumo energetico e utilizzare le fonti rinnovabili.
  2. Evitare, nel costruire e nel risanare, le ricadute negative per l’ambiente.
  3. Gestire razionalmente le risorse naturali e proteggere flora e fauna.
  4. Preferire metodologie costruttive locali e scegliere materiali da economia circolare con il migliore eco-bilancio possibile.
  5. Provvedere alla qualità ottimale dell’acqua potabile.

SPAZI DI VITA ECO-SOCIALI

  1. Nelle infrastrutture, badare al mix ottimale tra percorsi brevi verso il luogo di lavoro, i mezzi pubblici, le scuole, i negozi, ecc..
  2. Rendere lo spazio vitale dignitoso e sostenibile.
  3. Provvedere a sufficienti aree verdi negli insediamenti urbani ed extraurbani.
  4. Rafforzare l’approvvigionamento a chilometro zero, includere le reti di fornitori di beni e servizi locali e la loro autoproduzione.
  5. Scegliere lotti edificabili possibilmente non gravati da problematiche pregresse (di natura ambientale, amministrativa,  economica, ecc. da emissioni nocive, da inquinanti e da rumori
25 Principi edilizia bioecologica

In condizioni reali non sempre possono essere soddisfatti tutti i criteri. Tuttavia bisogna puntare alla loro ottimizzazione, in un quadro specifico individuale.

Potete consultare anche le pagine con i 25 principi sul sito IBN nella lingua inglese e tedesca:

https://www.baubiologie.de/downloads/25principles.pdf

https://www.baubiologie.de/weiterbildung/25-leitlinien-der-baubiologie/

ANAB architettura naturale
Associazione Nazionale Architettura Bioecologica APS/ETS
Fonte: http://www.anab.it

Lascia un commento

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.