BricsCAD: non un clone ma molto di più

Come il software ha puntato sull’ottimizzazione per la competitività

Articolo di

Categoria

Software e Formazione

Pubblicato il

29 Giugno 2023

A molti, abituati a famosi nomi nel campo dei software per la progettazione, BricsCAD suonerà nuovo; altri lo avranno sentito nominare ma, restii ad un cambio verso qualcosa di sconosciuto, non avranno approfondito.

Eppure molte scoperte sono state fatte proprio grazie ad un “proviamo!”. Vediamo quindi di conoscere meglio questo software, relativamente sconosciuto rispetto a molti competitor, ma che esiste nel mercato da ben 18 anni, e che sa ben farsi valere grazie a delle scelte mirate sia a livello di funzionalità che di servizi offerti.


  

Di cosa parliamo?

BricsCAD è una potente piattaforma CAD che unisce l'intelligenza e flessibilità della modellazione diretta 3D, alla progettazione avanzata 2D su Windows, Linux, o Mac, implementando la Progettazione Meccanica ed il BIM (Building Information Modeling), tutto in un unico software cad all-in-one.

È un software totalmente tradotto in Italiano, altamente compatibile e che dialoga facilmente con altri programmi grazie all’utilizzo del formato standard DWG in tutte le sue versioni (anche il BIM!) e alla compatibilità con il formato IFC.

Tutto ciò in un’unica interfaccia utente familiare, compatibile al 100% con il formato dwg, performante e stabile.

All’interno di BricsCAD a seconda della soluzione scelta, si ha la possibilità di lavorare con le Nuvole di punti, di gestire e modellare superfici TIN per l’ambito Civile, progettare Assiemi meccanici e ottenere tutta la documentazione di progetto grazie al metodo BIM.

BricsCAD è un software Bricsys, fornitore globale di prodotti CAD e BIM, in aggiunta ai quali fornisce anche prodotti Common Data Environment (CDE) basati su cloud che ormai sono la base per la collaborazione di un team su progetti comuni.

Bricsys è stata fondata nel 2002 ed ha la sede principale a Gent, in Belgio; nel corso degli anni, sin dalla sua fondazione, ha avuto una crescita costante ampliando l’organico fino a 200 dipendenti in 8 sedi nel mondo ed un paio di anni fa è stata acquisita interamente dal gruppo Hexagon AB (società leader mondiale nel campo delle tecnologie di misurazione ad alta precisione). Una partnership proficua che ha comunque permesso la crescita autonoma dell’azienda la quale punta ora a contendersi il mercato CAD con i principali competitors.

Per concludere le presentazioni, con chi vi interfaccerete? Con EmiCAD, fondata nel 2002 e attiva nel settore dello sviluppo di applicazioni personalizzate e nella fornitura di software cad. Divenuta main partner di Bricsys NV in Italia nel 2009, offre: soluzioni software complete con specializzazione al mondo cad, la localizzazione di BricsCAD stesso, consulenza nel settore cad/bim, corsi di formazione e assistenza su misura.
 

Le funzionalità

Tutti gli strumenti tradizionali di disegno e molto altro sono a portata di mano in questo software. Gli attuali utenti CAD possono essere a proprio agio con BricsCAD in meno di un'ora proprio grazie alla famigliarità dell’interfaccia che consente di trasmigrare:
  

  • comandi
  • menu (.CUI, .CUIX)
  • macro/script
  • file di supporto (.CTB, .PC3, .LIN, .PAT, .DWT, .SSM)
  • Lisp/VBA

Non solo, L’obiettivo degli sviluppatori è di semplificare il più possibile la vita ai progettisti.

Per questo BricsCAD è partito con delle similitudini rispetto al cugino molto conosciuto, ma ben presto si è distinto e unicizzato, consentendo tuttavia a chi sceglie di fare il cambio un passaggio fluido e senza ostacoli, mantenendo tutta la compatibilità con il passato.
Vediamo velocemente di cosa stiamo parlando.
     
 

  Personalizzazione delle Opzioni

 

  Esplora Disegno

Prima differenza in meglio che troviamo, è la possibilità di gestire tutte le impostazioni, personalizzazioni e variabili dalla stessa finestra. BricsCAD infatti condensa il tutto all’interno di Impostazioni, in cui tutto è a portata di click grazie ad una semplice ricerca semantica. Anche controllare dove si sono fatte personalizzazioni richiederà pochi secondi, mediante il filtro che isola i parametri modificati dall’utente. 
  

 

E allo stesso modo ragiona la finestra Esplora disegno, che consente di concentrare tutto ciò che ha a che fare con il nostro file: dalla creazione di nuovi stili quota, passando per la gestione degli xrif, fino a layer e ucs, tutto è a disposizione all’interno della stessa finestra. In questo modo sarà facile creare i propri stili senza dover saltare da un pannello all’altro.

 

Semplificare grazie all’Intelligenza Artificiale

Si è detto, quindi, che BricsCAD punta ad una semplificazione, ma questa non si limita al set di strumenti o all’accessibilità. Fiore all’occhiello di questo software è l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale: in tutti gli ambienti di lavoro, una serie di strumenti e di operazioni consentono al progettista di velocizzare il flusso di lavoro ottimizzando le attività seriali e automatizzando quelle “passive”.

L’Intelligenza Artificiale affianca gli utenti già a partire dal 2D, passando per la modellazione 3D fino alla Progettazione Meccanica e al BIM.

Primo esempio di I.A. che si mostra già nella versione 2D è un widget, il Quad. Si tratta sostanzialmente di un pannellino ancorato al cursore che cambia a seconda delle entità selezionate o semplicemente sotto al cursore. Non solo ci mostra le informazioni principali di quella entità (come ad esempio il layer, che possiamo modificare direttamente), ma ci elenca anche gli strumenti più adatti che possono essere utilizzati, mantenendo poi una memoria cronologica che ottimizza le operazioni seriali.

Proseguendo negli esempi, troviamo anche la possibilità di utilizzare la Parametrizzazione sia nel 2D che nel 3D; BricsCAD legge senza problemi i blocchi dinamici, ma non può produrli (per ragioni di copyright), tuttavia offre agli utenti l’opportunità di parametrizzare i propri oggetti dando molta libertà. Non solo, con l’utilizzo di parametri possiamo ottimizzare le nostre librerie di blocchi: non una sedia diversa per ogni misura, ma un unico oggetto a cui dare delle diverse quote. E se questo non vi è sufficiente, sappiate che l’Intelligenza artificiale farà il “lavoro sporco” per voi parametrizzando automaticamente il vostro disegno leggendo l’intento geometrico!

   

Vi sembrano tutte cose teoriche? Beh, l’ottimizzazione agisce anche con strumenti pratici, come, per citarne uno, Copia/Sposta Guidato che vi permetterà di copiare (o spostare) entità in un click e con un solo comando: se solitamente siete obbligati a copiare le entità di una porta, creare il foro tagliando linee e tratteggi, con questi tool è il software a fare tutto e voi dovrete solo fare la copia.

Infine, altro strumento di cui molti si innamoreranno, è Blockify che permette (date delle entità di origine) di creare un blocco e di cercare le stesse entità separate all’interno dell’intero disegno e convertirle nello stesso blocco: immaginate come possa ottimizzare il vostro file che ne gioverà in velocità di lettura, ma anche dal punto di vista lavorativo, dato che potrete sfruttare i blocchi creati automaticamente per creare delle distinte materiali o affini.
 

Il passaggio al 3D e al BIM

Se poi state pensando di fare il salto al 3D (o alla modellazione Meccanica o BIM), BricsCAD è il software perfetto perché vi permette di avere un flusso sempre all’interno dello stesso ambiente. È un programma all-in-one, il che significa che non dovrete spostare i file da una parte all’altra, ma le modifiche e gli aggiornamenti potranno sempre essere fatti velocemente (grazie, tra le altre cose anche al vantaggio della Modellazione diretta).

Nello stesso ambiente, come già anticipato, si ha la possibilità di lavorare con le Nuvole di punti, di gestire e modellare superfici TIN per l’ambito Civile, progettare Assiemi meccanici e ottenere tutta la documentazione di progetto grazie al metodo BIM.

Punto di forza di BricsCAD è anche la flessibilità concessa agli utenti BIM è: non si parte da muri, solai, travi, ma da puri solidi poi dettagliati e classificati. È possibile sperimenta la libertà della progettazione mediante un flusso di lavoro 3D, non limitato da parti o componenti di libreria predefiniti. Grazie alla modellazione diretta è possibile scolpire il modello volumetrico che rimane leggero e reattivo, perché non sovraccaricato o iper-vincolato.

Successivamente è possibile automatizzare l'aumento del LOD (Level Of Detail).

L’I.A. Convertirà il modello di studio concettuale in un BIM completamente classificato grazie alla classificazione automatica; l’utilizzo di strumenti come Propaga permetterà poi di ottimizzare ancora di più l’aumento del LOD: sarà possibile modellare i dettagli una volta, e “propagarli” in tutte le situazioni uguali nel modello BIM, automaticamente.

Il passaggio dal BIM alla documentazione di progetto sarà poi ancora più semplice: con un'elevata precisione e un Livello di Dettaglio costante in tutto il BIM, è possibile estrarre, visualizzare ed esportare i dati esatti delle quantità e le Distinte dei Materiali.

Inoltre, la generazione automatica di sezioni, prospetti, viste di disegno e layout di fogli consente la creazione di viste associate: una modifica nel modello 3D, e tutte le viste di disegno verranno rigenerate automaticamente per conservare la sincronizzazione.

BricsCAD si fa infine portavoce dell’interscambio tra professionisti. Il formato di lavoro è il puro e semplice .dwg. Non formati chiusi, non difficoltà di comunicazione, tutt’altro: è il dialogo l’obiettivo.

Ecco perché si è puntato tutto sulla possibilità di creare un sistema che gestisse il BIM in dwg, e, a discapito di quanto pensato da molti, è stato possibile. Non solo, BricsCAD non ha faticato ad adeguarsi all’utilizzo del formato IFC, anzi, lo ha reso sostanzialmente nativo permettendo a progettisti, strutturisti, impiantisti e chiunque coinvolto in un progetto di scambiarsi informazioni senza perdita di dati o difficoltà.

Sono molti dunque i punti di forza di questo software, qui ve ne abbiamo elencati solo alcuni ma sarà sufficiente scaricare la trial gratuita e testarlo su un reale progetto per capirne le vere potenzialità.

Mettete da parte le congetture e fate questo salto: liberate il vostro estro progettuale con BricsCAD.

Scarica la Trial di BricsCAD 

E se desiderate maggiori informazioni contattate EmiCAD, il principale partner di Bricsys in Italia:

EmiCAD
Web: www.emicad.it
Email: [email protected]
Tel. 0422-978585
 

Lascia un commento

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.