Autodesk Revit, la storia del colosso del BIM

Autodesk Revit come, dove e quando? La storia del colosso del BIM

Articolo di

Categoria

Software e Formazione

Pubblicato il

29 Giugno 2023

Autodesk Revit come, dove e quando? La storia del colosso del BIM

Autodesk Revit è uno dei migliori, se non il migliore, software per BIM, con delle specifiche funzionalità e competenze che lo rendono altamente funzionale per progettare attraverso l’uso di elementi tanto di modellazione quanto di disegno.
Il BIM (Building Information Modeling) va inteso come una metodologia operativa, utilizzata nella progettazione, programmazione, realizzazione e manutenzione di edifici. Questo modello informativo (Information Modeling) contiene tutte le informazioni del ciclo di vita di una costruzione, dall’iniziale progettazione fino alla demolizione, passando per la costruzione dell’edificio.
La novità del BIM è data dall’accessibilità che la caratterizza. Grazie a questo strumento, infatti, la collaborazione tra le diverse parti in causa nel progetto è alla base. Ognuno dei professionisti impegnati può, grazie al BIM, lavorare sullo stesso progetto senza doverselo scambiare ogni volta.
Grazie al BIM non solo è possibile creare una rappresentazione tridimensionale del progetto, ma è anche possibile definire il nuovo oggetto dal punto di vista geometrico, dei materiali usati, delle strutture portanti, delle caratteristiche e prestazioni energetiche, dei costi, della sicurezza, della manutenzione, dell’impiantistica e così via.

La storia
La storia di Revit inizia più di venti anni fa, il 5 aprile del 2000. In quel periodo, la Revit Technologies Inc., aveva occupato gran parte del suo tempo ad ideare e progettare un programma per la pianificazione e la gestione della costruzione di infrastrutture di qualsiasi tipo. Da quel lontano 5 aprile sono cambiate molte cose.
Il prodotto per BIM e CAD è infatti diventato con il tempo e le collaborazioni uno dei programmi più richiesti e ricercati, oltre che più sicuri nel panorama mondiale.
Autodesk Revit, come lo conosciamo oggi, è stato acquistato nel 2002 (appena due anni dopo la sua nascita) dalla Autodesk per 133 milioni di dollari. Grazie al colosso mondiale dei software, il prodotto è stato sempre aggiornato e migliorato, fino a diventare quasi insostituibile per la progettazione e il disegno di migliaia di professionisti in tutto il mondo.
L’apprendimento avanzato del software Autodesk Revit oggi è possibile grazie ai corsi e alle certificazioni che si possono ottenere con l’obiettivo di riuscire ad utilizzare al meglio questo prodotto, in tutte le sue fasi. GoPillar Academy offre molti corsi che possono fare al caso, con docenti specializzati e competenti. Potrai così diventare un vero professionista del BIM al prezzo speciale di 99€ per te che sei lettore di Archweb!
Il programma, dedicato ad utenti Windows, dalla sua prima versione ha sempre ricevuto aggiornamenti costanti con idee al passo con i tempi e nuove illustrazioni. Da quando fa parte della famiglia Autodesk il livello è sempre migliorato, diventando uno dei software più richiesta della casa.
Negli ultimi dieci anni il programma ha attraversato i cambiamenti e le innovazioni più importanti per un migliore utilizzo. Revit può essere infatti facilmente utilizzato anche per quel che riguarda una serie di formati che prima non erano utilizzabili, come: DWG, DXF e DWF.
Nel 2008 l’azienda ha proposto e reso possibile anche la sostituzione del motore di rendering: dal classico AccuRender, si è passati a Mental Ray, riuscendo così a migliorare nettamente la velocità del software.
 

Lascia un commento

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.