Aforismi di architettura

slogan e scritti che hanno lasciato il segno

Articolo di

Categoria

Per non dimenticare

Pubblicato il

23 Aprile 2019

“… Architettore chiamerò io colui, il quale saprà con certa, e maravigliosa ragione, e regola, sì con la mente, e con lo animo divisare; sì con la opera recare a fine tutte quelle cose, le quali mediante movimenti dei pesi, congiungimenti, e ammassamenti di corpi, si possono con gran dignità accomodare benissimo all’uso degli homini…”
Leon Battista Alberti


“L’Architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico, dei volumi assemblati nella luce.”
Le Corbusier


“L’invenzione strutturale non può che essere il frutto di un’armoniosa fusione di personale intuizione inventiva e di impersonale, realistica, inviolabile scienza statica”.
Pier Luigi Nervi


«Il vero oggetto del contendere è l’abitante, il cittadino. Il cittadino deve riacquistare il senso di appartenenza alla città e la passione civile, in una parola quella che i Francesi chiamano “citoyenité”. Il cittadino ha il dovere di sentirsi parte di un processo urbano».
Massimiliano Fuksas


“La semplicità nell’arte è, in generale, una complessità risolta.”
Constantin Brâncuşi


“Non si può pensare un’architettura senza pensare alla gente.”
Richard Rogers


“La risposta in architettura deve sempre contenere il problema.
Una buona soluzione in architettura esprime sempre con evidenza il problema da cui muove.
Il suo problema, la sua ragione di essere.”
Giorgio Grassi


….”I nostri occhi sono fatti per vedere le forme nella luce: le ombre e le luci rivelano le forme…”
Le Corbusier


“… Chiarezza costruttiva portata alla sua espressione esatta. Questo è ciò che io chiamo architettura…”
Ludwig Mies van der Rohe


La storia è per un architetto un modo per prendere coscienza della natura del terreno su cui camminiamo, ma non dobbiamo farci illusioni sulle sue capacità di insegnarci l’arte del camminare.
Vittorio Gregotti


“Bic/Bic/Bic – Bic Cristal – Nessuno disegna tanto per disegnare. Disegnare non è un hobby, disegnare, in Architettura, significa dover risolvere un problema. Gli architetti disegnano per dovere, non per piacere; come nella Scuola di Belle Arti, dove c’era un orario, un modello, un professore, e noi alunni chiusi tra i cavalletti…………Leggi tutto……>>


Il mio concetto di architettura abbraccia l’intero ambiente della vita umana; non possiamo sottrarci all’architettura, finché facciamo parte della civiltà, poiché essa rappresenta l’insieme delle modifiche e delle alterazioni operate sulla superficie terrestre, in vista delle necessità umane, eccettuato il puro deserto.
William Morris


Una città, a conti fatti, deve poter essere efficientemente vissuta.
Una casa e un arredo devono poter essere abitati, e abitati confortevolmente.
Una poltrona, una sedia devono essere nel senso più ampio della parola comode.
Una macchina e un oggetto d’uso devono funzionare.
Vittorio Magnago Lampugnani


Architettura è armonica composizione di elementi nello spazio per corrispondere ad un determinato fine pratico.
Ernesto N. Rogers


Il mio lavoro di storico è stato un consapevole strumento per mettermi in condizione di “fare” delle architetture, intrecciate indissolubilmente con altre architetture già esistenti.
Paolo Portoghesi


Se io voglio mangiarmi un pezzo di pan pepato me ne sceglierò uno che sia tutto liscio e non uno di quelli in forma di cuore o di bambino in fasce o di cavaliere, completamente ricoperti di ornamenti. L’uomo del quindicesimo secolo non mi comprenderà. Ma tutti gli uomini moderni mi comprenderanno benissimo. Il difensore dell’ornamento crede che il mio slancio verso la semplicità equivalga ad una mortificazione. No, illustrissimo professore della Scuola di Arti Applicate, io non mi mortifico affatto! E’ che a me piace di più cosi. Le composizioni culinarie dei secoli passati, che esibivano tutti gli ornamenti possibili per far apparire più appetitosi i pavoni, i fagiani e le aragoste, provocano in me l’effetto opposto. E’ con orrore che io mi aggiro in una mostra gastronomica, se mi passa per la mente l’idea di dover mangiare quelle carogne imbalsamate. Io mangio il roast-beef. (ORNAMENTO E DELITTO)
Adolf Loos  


«L’architettura è un fatto d’arte, un fenomeno che suscita emozione, al di fuori dei problemi di costruzione, al di là di essi. La Costruzione è per tener su: l’Architettura è per commuovere.»
Le Corbusier


Rendere l’architettura più umana significa fare architettura migliore, e significa anche allargare il concetto di funzionalismo oltre il limite della tecnica. La sua missione è ancora di armonizzare il mondo materiale con la vita.
Alvar Aalto


L’architettura è troppo importante per essere lasciata agli architetti.
Giancarlo De Carlo


“… Comporre significa mettere insieme varie cose per farne una sola. Ma diverse cose possono diventare, tutte insieme, una sola perchè tra le componenti si stabilisce una relazione, dove esse si influenzano reciprocamente, stabilendo la sintesi, attraverso un interno rapporto dialettico…”
Ernesto Nathan Rogers 


E’ difficile pensare ad un muro senza pensare alla possibilità di un vuoto che riveli la profondità del muro stesso.
Enric Miralles


Il genio artistico agisce come quelle temperature estremamente elevate che hanno il potere di dissociare le combinazioni di atomi e di raggrupparli in un ordine assolutamente contrario, rispondente a tutt’altro tipo.
Marcel Proust


“…Il mio concetto di architettura abbraccia l’intero ambiente della vita umana; non possiamo sottrarci all’architettura, finché facciamo parte della civiltà, poiché essa rappresenta l’insieme delle modifiche e delle alterazioni operate sulla superficie terrestre, in vista delle necessità umane, eccettuato il puro deserto…”
William Morris


L’architettura è una scienza, che è adornata di molte cognizioni, e colla quale si regolano tutti i lavori, che si fanno in ogni arte.
Vitruvio


La bellezza nasce dal rapporto diretto fra edificio e scopo, dalle proprietà naturali del materiale e dall’eleganza della costruzione
Bruno Taut


Chiarezza costruttiva portata alla sua espressione esatta. Questo è ciò che io chiamo architettura.
Mies van der Rohe


Lo scorrere del tempo e l’evoluzione degli eventi portano architettura, scultura e pittura inevitabilmente verso una sintesi
Le Corbusier


L’Architettura è l’arte di fabbricare.
Francesco Milizia


L’architettura è l’arte di disporre e di adornare gli edifici, innalzati dall’uomo per qualsivoglia scopo, in modo che la loro semplice vista possa contribuire alla sanità, alla forza, al godimento dello spirito.
John Ruskin


«La più bella avventura, per un architetto, è quella di costruire una sala per concerti. Forse è ancora più bello per un liutaio costruire un violino; ma si tratta (con tutte le differenze di dimensione e di impiego) di attività molto simili. In fondo si tratta sempre di costruire strumenti per fare musica e per ascoltare musica. È il suono che comanda, è la cassa armonica che deve saper vibrare con le sue frequenze e la sua energia. Io ho avuto l’avventura di costruire spesso per la musica: dall’Istituto per la Ricerca Acustico Musicale di Parigi con Pierre Boulez e Luciano Berio, al Prometeo con Luigi Nono, alla sala di Berlino alla Potsdamer Platz, alla sala del Lingotto di Torino, alla Sala Niccolò Paganini a Parma e ora all’Auditorium di Roma. In tutti questi progetti la musica è sempre stata al centro dell’attenzione: lavorando con gli acustici, lavorando con i musicisti. Ma l’Auditorium di Roma non è un semplice Auditorium ma una vera e propria Città della Musica; con tre sale, un anfiteatro all’aperto, delle grandi sale di prova e di registrazione. L’avventura, a Roma, si è quindi arricchita di un’importante dimensione urbana: l’Auditorium non è soltanto un impianto musicale; c’è anche una piazza, c’è Santa Cecilia, c’è gente che ci lavora, ci sono dei negozi, bar e ristoranti. Funzioni tutte che affidano a questo progetto l’importante funzione di rendere urbano questo luogo che ha bisogno di urbanità. I luoghi della cultura, d’altronde, come quelli della musica, hanno la naturale funzione di fecondare il tessuto urbano, sottrarre la città all’imbarbarimento e restituirle quella qualità straordinaria che ha sempre avuto nella storia. Strumenti musicali, quindi, immersi nel verde di un parco della Musica che scende da Villa Glori, avvolge i grandi liuti dell’Auditorium, i due gioielli dello stadio Flaminio e del Palazzetto dello Sport e si spinge fino a viale Tiziano regalando alla città di Roma un grande parco di venti ettari abitato dalla Musica»
Renzo Piano


E’ difficile pensare ad un muro senza pensare alla possibilità di un vuoto che riveli la profondità del muro stesso.
Enric Miralles


…s’impone l’idea che attorno ai piccoli processi di costruzione delle piccole cose, la sperimentazione possa spostarsi dal tavolo da disegno per proseguire in officina e in cantiere. Con un ritmo proprio. Durante il quale si apprende. Durante il quale si progetta il mobile, la lampada, la ferramenta. Durante il quale con calma si altera o si corregge. Durante il quale l’errore d’interpretazione di un disegno può essere il momento per porsi altre domande.
Eduardo Souto de Moura


“Se non fossi un ottimista, sarebbe per me impossibile essere un architetto.”
Norman Foster


Un cemento armato intonacato è una bestialità, per quanto bravo sia il muratore.
Mentre nella sua essenza il cemento armato ha l’idea della forza.
Quando è intonacato nessuno sa se è di cemento armato o in mattoni da ventisei. Vuol dire che bisogna essere genuini, cercare il più possibile di esaltare una data materia.
Carlo Scarpa


La casa all’italiana non è il rifugio, imbottito e guarnito, degli abitatori contro le durezze del clima come è delle abitazioni d’oltralpe ove la vita cerca, per lunghi mesi, riparo dalla natura inclemente: la casa all’italiana è come un luogo scelto da noi per godere in vita nostra, con lieta possessione, le bellezze che le nostre terre e i nostri cieli ci regalano in lunghe stagioni……>>
Giò Ponti


Odio le vacanze. Se è possibile costruire edifici, perché sedersi in spiaggia?
Philip Johnsons


” Ogni grande architetto è – necessariamente – un grande poeta. Deve essere l’interprete originale del suo tempo, della sua epoca, del suo istante. “
Frank Lloyd Wright


“Il bello di essere architetto è che puoi camminare nei tuoi sogni”.
Harold Wagoner


“Se la natura fosse stata confortevole, l’umanità non avrebbe mai inventato l’architettura”.
Oscar Wilde


Rendere l’architettura più umana significa fare architettura migliore
Alvar Aalto


Ogni materiale possiede un linguaggio formale che gli appartiene e nessun materiale può avocare a sè le forme che corrispondono ad un altro materiale…(leggi tutto)
Adolf Loos


” L’architettura è la lotta perenne tra l’uomo e la natura, la lotta per sopraffare la natura, per prenderne possesso. Il primo atto dell’architettura è quello di mettere una pietra sul terreno. Quell’atto trasforma uno stato naturale di natura in uno stato culturale; si tratta di un atto sacro. “
Mario Botta


“Ogni opera di architettura che non esprime la serenità è un errore”
Luis Barragán


“Avremo ancora bisogno di molto tempo per conoscere la forma esatta di un tavolo, di una sedia, di una casa”
Henry Van De Valde


“La città è una stupenda emozione dell’uomo. La città è un’invenzione, anzi: è l’invenzione dell’uomo.”
Renzo Piano


“L’arte del decoratore consiste nel fare nelle case altrui quello che non si sognerebbe mai di fare nella propria”
Le Corbusier


“L’architettura è un fatto d’arte, un fenomeno che suscita emozione, al di fuori dei problemi di costruzione, al di là di essi.” 
Le Corbusier


“L’architettura è l’adattarsi delle forme a forze contrarie.” 
John Ruskin


“L’architettura moderna, astrattamente stereometrica, distrugge ogni sensibilità per la membratura e la scomposizione… Abbiamo creato il nulla intorno alle cose.” 
Carlo Scarpa


“Spazio, luce, ordine. Sono cose di cui gli uomini hanno bisogno, come hanno bisogno di pane o di un posto per dormire.”
Le Corbusier


“…Diceva Michelangelo, Prencipe delli Architetti che chi va appresso agli altri non gli va mai innanzi ed io di certo non mi sarei mai posto a questa Professione col fine d’esser solo copista…” 
Francesco Borromini


“Una casa non è una macchina in cui vivere. È il guscio dell’uomo, la sua estensione, il suo rilascio, la sua emanazione spirituale.”
Eileen Grey


“Il modo migliore per predire il futuro è quello di progettare.”
Buckminster Fuller


“La bellezza è accordo e armonia tra le parti in modo tale che non sia possibile aggiungere, togliere e cambiare qualsiasi cosa senza compromettere il tutto”
Leon Battista Alberti


“Fare architettura significa costruire edifici per la gente, università, musei, scuole, sale per concerti: sono tutti luoghi che diventano avamposti contro l’imbarbarimento.” 
Renzo Piano


“Architetto Siza, perché queste case le ha progettate qui, in questo punto? “
Siza: “perché è stato l’unico posto che mi è stato dato”.
Alvaro Siza


«C’è molto lavoro in questo oggetto», si usa dire contemplando un oggetto ben rifinito e credendo di intuire la cura e la bravura dell’artefice che lo ha creato. Che il nostro lavoro si nasconda davvero dentro le cose che ci riescono felicemente, è un pensiero che ci porta ai limiti della riflessione sul valore di un’opera. Il nostro lavoro starebbe davvero dentro le cose? Talvolta, quando una costruzione architettonica mi colpisce alla pari di un brano musicale, di un’opera d’arte o di un quadro, sono tentato di crederci.
Peter Zumthor


“Non vogliamo né una cosa dritta né storta, né intelligente né stupida, non la vogliamo né grossolana né raffi nata, dobbiamo conoscere ogni cosa così potremo prendere da tutto l’insieme soltanto ciò che è veramente essenziale e importante. Per poterci avvicinare il più possibile a ciò che è giusto dovremo essere sempre molto scrupolosi; nulla ci sarà tanto nemico quanto la superfi cialità, dovremo continuamente ripetere a noi stessi: se questo è necessario, che sia poco, ma che sia l’essenziale da ogni punto di vista.”
Heinrich Tessenow


“La simmetria sarà tanto migliore quanto più difficilmente si riuscirà a distinguerne l’asse”
Heinrich Tessenow


“Non sono mai stato veramente interessato alla giusta trasparenza. In effetti, ne sono sempre stato sospettoso. La zona in cui mi sento molto a mio agio è la distanza tra il traslucido e l’opaco”.
Steven Holl


Là dove la tecnica è superata inizia l’architettura
Mies van der Rohe


“….Non importa quanto la società diventi istituzionalmente o tecnologicamente avanzata, una casa in cui la natura può essere sentita rappresenta per me l’ambiente ideale in cui vivere……”
Tadao Ando


“Bic/Bic/Bic – Bic Cristal – Nessuno disegna tanto per disegnare.

Disegnare non è un hobby, disegnare, in Architettura, significa dover risolvere un problema.
Gli architetti disegnano per dovere, non per piacere; come nella Scuola di Belle Arti, dove c’era un orario, un modello, un professore, e noi alunni chiusi tra i cavalletti. Disegnare, in Architettura, è correre contro il tempo, prendere ciò che sta a portata di mano: una scatola di fiammiferi, un biglietto del tram, un pacchetto di sigarette rovesciato, i sacchetti per il mal d’aria che si trovano in aereo, oppure il nostro quaderno, che non deve avere carta di pregio.
La carta, se è di buona qualità, spessa, ci intimidisce, facciamo cerimonie, ci inibisce i gesti, e non è per la grammatura della carta che passiamo ai posteri.
Anche la penna deve essere banale, leggera, anonima e disponibile in ogni angolo della città.
Una penna di marca, di buon design, ci distoglie dall’obbiettivo, ci distrae perché ne avvertiamo il peso, la qualità che le impedisce di ostruirsi se anche i gesti sono frenetici.
Anche disegnare con la matita può non essere la migliore soluzione. Quando constatiamo che stiamo ottenendo risultati poco brillanti, potremmo lasciarci andare ad amabili trame, accennare nuances di graffite e ritardare l’indifferibile: “La Costruzione della Forma”. (Quanto ad aggiungere colori, poi, nemmeno a parlarne).
Quasi sempre disegno e scrivo con una Bic Cristal, nera, uguale a se stessa da quarant’anni. Non spande, il tratto non varia, scrive anche se la si dimentica aperta, è sempre disponibile in qualunque negozio.
Quando finisce, torna vergine, trasparente, e sono 14,5 cm di plastica da buttar via. Con mezzo euro possiamo ricominciare a schizzare, fino alla prossima e così via di seguito… “  
Eduardo Souto de Moura


“Lavoro con due squadrette, un doppio decimetro, la pennetta con pennino e l’inchiostro di china.
Chilometri di disegni, perché il disegno è una verifica del mio pensiero ma è anche una costruzione in sé stesso.”
Mario Ridolfi


“I miei pensieri guidano la mano e la mano dimostra se il pensiero è giusto.”
Ludwig Mies van der Rohe


 “Talvolta l’architettura cerca il silenzio e il vuoto in cui la nostra coscienza si possa ritrovare. Il silenzio è un pò come il buio: bisogna avere il coraggio di guardarlo. … Quindi l’architettura è anche l’arte di creare i luoghi per il silenzio, per la meditazione.”
Renzo Piano


“L’opera non è soltanto l’oggetto, ma anche quello che lo circonda e i vuoti, gli spazi.” 
Oscar Niemeyer


L’architettura è creazione di volumi, e il suo scopo non è di rivestire ma essenzialmente di racchiudere lo spazio.
Peter Behrens


Lo spazio è il respiro dell’arte.
Frank Lloyd Wright


Spazio, spazio: gli architetti parlano sempre di spazio! Ma la creazione di uno spazio non significa automaticamente architettura. Con lo stesso spazio, è possibile fare un capolavoro o causare un disastro.
Jean Nouvel


“Io creo un ordine architettonico sulla base della geometria: quadrati, cerchi, triangoli e rettangoli. Tento di usare forze nell’area dove sto costruendo, per ripristinare l’unità tra la casa e la natura”
Tadao Ando


La mia architettura è fatta con lo strumento dell’architetto, che è il disegno e solo il disegno
Carlo Scarpa


“L’architettura antica seppe per sensibilità e coltivata esperienza che un muro di per sé è realtà usurata, non toccante, scialba, e che se lo si vuole far vivere, esprimere, fare denso di esistenza, bisogna operarvi sopra in qualche modo, eccitare evocare le sue forze, far da esso erompere gesti e corrugamenti che ne esaltino la presenza. Le cornici, le modanature, sono appunto gli elementi ove la realtà, la concretezza, di un’architettura sembra rilevarsi nella sua massima forza.”
Luigi Moretti

Lascia un commento

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.